E TU CHE FERRAMENTA HAI?

Gli elementi fondamentali della finestra, spesso sottovalutati, sono le ferramenta.
Potremo scegliere il profilo più performante ma, se possiede ferramenta scadente, l’infisso non avrà tenuta e non sarà efficiente in quanto, data la scarsa qualità, dopo un paio d’anni tenderà ad arrugginirsi.
Scegliamo con molta cura i profili, i vetri, ma per le ferramenta ci accontentiamo di quelle che ci montano senza chiedere informazioni dettagliate a riguardo. Senza ferramenta la finestra non sarebbe funzionale e non avrebbe più quelle qualità uniche, possibili solo grazie a tutti gli elementi che la compongono.
Dalla qualità delle ferramenta, dipende quanto saldamente aderisce l’anta della porta al telaio e al controtelaio pertanto, “con una ferramenta scadente non si avrebbe tenuta alle intemperie”, alle sollecitazioni continue come il vento o alla semplice apertura e chiusura, considerando che deve sopportare il peso notevole dell’anta e del vetro.
Sarà quindi più semplice dedurre che, se le ferramenta risultano di bassa qualità, non garantirà la tenuta dell’infisso alle intemperie e quindi, allo stesso tempo la sicurezza dell’abitazione.
Perdiamo tempo a scegliere dettagli come il colore degli infissi piuttosto che prestare attenzione al produttore, alle garanzie che offre e così via.
Ferramenta di scarsa qualità “abbasserà considerevolmente la durata di vita della finestra intera”. Per cui è molto importante che l’intero meccanismo funzioni come le lancette di un orologio.


Cosa cercare:
• Scegliete sempre ferramenta certificata di un produttore che possa garantire che, nel giro di pochi anni, non si ossidi e arrugginisca;

  • Deve essere in acciaio;
  • Deve avere un ampio raggio di regolazione;
  • Deve essere rivestita di cera in tutte le sue parti;
  • Deve essere rivestita con uno speciale anticorrosivo applicato in 3 strati (zincatura, nichelatura a livello molecolare e rivestimento finale con cera);
  • La cerniera inferiore, oltre a consentire la regolazione dell’anta in orizzontale e verticale, deve permettere la regolazione in profondità;
  • Deve essere certificata e garantita;
  • Deve avere il marchio del produttore in bella vista per poter controllare che abbia tutti i requisiti di legge.

Ferramenta di pessima qualità, usata ancora oggi da molti “serramentisti non specializzati”, nella produzione di finestre vi costringerà a richiamarli diverse volte l’anno.