Cromoterapia: gli effetti dei colori in casa e sul tuo stato d’animo.

Cos’è la cromoterapia?

La cromoterapia è una disciplina che si basa sull’utilizzo dei colori per stimolare il corpo e la mente e suscitare emozioni differenti. Ha scopi terapeutici e mira a migliorare la qualità della vita delle persone, attraverso l’uso dei colori e lo studio della luce.

Le ricerche hanno dimostrato che il cervello interpreta i colori, producendo reazioni diverse a seconda delle tonalità con cui viene a contatto.

Essa ha radici molto profonde nella storia e nelle civiltà.

Già gli antichi egizi circa seimila anni fa, mettevano in pratica terapie curative basate sugli effetti del colore, nei loro templi la luce del sole che vi entrava veniva scomposta nei sette colori dell’iride e ogni suddito poteva immergersi nel colore che più si addiceva al suo stato di salute psico-fisico in quel dato momento.

L’importanza dei colori è testimoniata anche da elementi più quotidiani, come nel linguaggio, dove alcuni modi di dire ci suggeriscono quanto i colori influenzino effettivamente gli stati d’animo: “nero di rabbia”, “rosso per la vergogna”, “verde d’invidia”, e via discorrendo.

Perché influenza gli stati d’animo?

Sono collegati da un processo scientificamente dimostrato, infatti la nostra pelle è sensibile alla luce perché come è in grado di filtrare i raggi solari, è in grado anche di filtrare le radiazioni differenti emesse da colori diversi.

Queste radiazioni vengono percepite dal cervello e vengono decodificate dal sistema nervoso, generando non solo una reazione emotiva ma lavora anche ma sull’integrità di organi e tessuti.

Ecco perché alcuni colori hanno un effetto energizzante, altri rilassante, fa in modo che la nostra mente sia positivamente o negativamente influenzata, permettendo di sentirci più o meno in forma a contatto con un determinato colore.

Per queste ragioni, la scelta del colore da usare in casa risulta fondamentale per una vita domestica salutare ed in questi anni ha assunto un ruolo importantissimo che influenza spesso le scelte di architetti e padroni di casa.

Vediamo quali potrebbero essere le scelte di colore più giuste nella nostra casa.

Nelle nostre abitazioni ogni luogo ha la sua funzione e ogni persona vive quella funzione in modo diverso, c’è a chi piace cucinare e quindi stare in cucina e a chi no, c’è a chi piace studiare e a chi no, c’è a chi piace dormire e a chi no e via discorrendo.

I colori da associare ad ogni funzione e quindi ad ogni ambiente, sono da scegliere in base a precisi criteri che possono variare da una persona all’altra infatti scegliere un colore sbagliato potrebbe compromettere il nostro umore in un determinato ambiente per sempre.

In queste scelte bisogna tener conto che certi colori favoriscono la concentrazione, altri danno energia e voglia di fare, altri ancora rilassano e permettono un buon sonno senza interferire, altri ancora hanno addirittura effetti sulla nostra percezione degli odori.

Quindi gli elementi da considerare sono:

  • A ogni funzione il suo colore;
  • A ogni persona il suo colore;

Perché ognuno ha gusti e reazioni diverse, il risultato finale deve essere un misto di questi due elementi. Inoltre occorre anche tenere conto che non esistono colori univoci, ogni colore ha mille tonalità e sfumature che possono essere sfruttate singolarmente o anche tutte insieme. Infine non è detto che dobbiamo adoperare soltanto un colore: spesso i contrasti tra colori anche nettamente differenti, creano effetti visivi e psichici molto particolari e benefici.

Come colorare bene gli ambienti di casa?

Si possono colorare un ambiente di casa in vari modi:

  • Le pareti sono sicuramente l’elemento più caratterizzante di un ambiente, perché esteso e importante infatti colorare le pareti e/o anche il soffitto, crea effetti visivi su ampia scala, permettendo di vivere uno spazio avendone un colpo d’occhio generale trasformato, quindi sia i rivestimenti a piastrella o a pannelli, sia vernici e carte da parati possono concorrere agli scopi desiderati;
  • Il pavimento dove però si deve tenere in gran conto anche la funzionalità, tipo la facilità di pulizia (quindi un colore più scuro potrebbe aiutare, dato che si sporca meno);
  • Le finestre sono l’elemento che lasciano entrare luce all’interno della casa, in base al proprio colore possono far variare l’effetto visivo aumentando la dimensionalità e la percezione dell’ambiente;
  • Gli arredi;
  • Le lampade.

Per scegliere i colori più adatti a una certa situazione, occorre tenere presenti tanti elementi:

  • profondità spaziale di un ambiente, quindi le sue dimensioni;
  • distribuzione della luce naturale di giorno e artificiale di sera in quell’ambiente, considerando anche la grandezza e la posizione di eventuali finestre, nonché la loro esposizione;
  • materiali che faranno parte di quell’ambiente;
  • tipologia di funzione a cui sarà destinato quell’ambiente (o anche una sola porzione di ambiente);
  • sensibilità e gusto della persona che passerà più tempo in quell’ambiente;
  • forma di un ambiente e tutte le caratteristiche che possono interrompere una regolarità (quando le stanze non presentano pareti a parallelepipedo perfettamente lisce e regolari, le irregolarità possono essere sfruttate proprio col colore per creare contrasti ed effetti diversi: colonne, pilastri, rientranze, nicchie, curve, etc.).

Ecco i principali colori che influenzano lo stato d’animo:

Rosso: è uno dei colori maggiormente stimolanti per il sistema nervoso. Contribuisce ad aumentare l’energia delle stanze. Stimola l’entusiasmo, la passione e la vitalità, per questo motivo è consigliabile usarlo solo in aree living della casa. Va evitato, invece, nei luoghi adibiti al riposo, come le camere da letto, poiché può influenzare negativamente il sonno. Propria a causa delle sue proprietà eccitanti, è sconsigliato usarlo come colore predominante all’interno di una stanza. Al contrario, può essere usato come dettaglio, per favorire energia e positività. Se utilizzato in modo eccessivo può generare emozioni negative come il nervosismo, la rabbia e l’irritabilità. Il rosso produce degli effetti eccitanti anche su alcune zone del corpo, come il fegato e la vescica. Inoltre, può aumentare la pressione sanguigna e incrementare l’appetito;

Giallo: stimola l’ottimismo, l’allegria e la positività in casa. Se usato in cucina e nelle sale da pranzo, incrementa l’appetito e il buon umore. Nelle sue tonalità pastello, può essere impiegato in tutta la casa, creando una sensazione di piacevole benessere e calore umano. Tuttavia, se usato in quantità eccessive o in tonalità troppo accese, può generare sentimenti di malessere, come frustrazione, rabbia, confusione e oppressione. Sul corpo, il giallo produce un effetto tonificante sul sistema nervoso e migliora la digestione e il metabolismo intestinale;

Blu: è una delle tinte più rilassanti presenti in natura. Incita alla calma, al riposo e alla riflessione. L’uso del blu è particolarmente indicato nei bagni e nelle stanze da letto poiché coadiuva il riposo e il rilassamento fisiologico, dopo una lunga giornata di lavoro. Tuttavia, se usato in tonalità troppo tenui, può suggerire freddezza e distacco che ostacolano il naturale senso di accoglienza che ogni casa dovrebbe possedere. Il blu notte, invece può essere fonte di tristezza. Sul fisico, questo colore può avere un effetto febbrifugo e favorisce la distensione degli apparati muscolari;

Verde: ha un’azione stabilizzante dell’umore e favorisce l’equilibrio psicofisico. Si può usare in ogni stanza della casa, producendo un effetto calmante e favorendo la concentrazione. Nel soggiorno, stimola la socievolezza mentre in camera da letto migliora il riposo. Allevia gli effetti negativi dello stress e aumenta la fertilità. Sul corpo, il verde ha un effetto purificante e disintossicante. Per questo motivo, se utilizzato in cucina, può incitare a mantenere una corretta alimentazione, molto utile per chi sta seguendo una dieta;

Viola: stimola la riflessione e il pensiero. Inoltre, agisce positivamente sullo stress, riducendolo drasticamente. Nella variante più chiara, come il lilla o la lavanda, può suscitare malinconia e tristezza. Per questo motivo si consiglia di associarlo a colori caldi. Ha effetti positivi sull’insonnia e su patologie come l’asma. Il viola produce un incremento di endorfine, agisce sulla produzione ormonale e stimola l’attività della milza. Infine, ha un effetto calmante sul cuore, rallentandone i battiti;

Arancione: è altamente emozionale e migliora la concentrazione e l’attenzione. Stimola l’immaginazione e la creatività. Per questo motivo, va utilizzato prevalentemente in stanze adibite al tempo libero e agli hobby, come il soggiorno o la palestra. Come il rosso, è una tinta molto eccitante, ragion per cui va usata con moderazione e mai all’interno delle camere da letto. Inoltre, questa tinta favorisce la respirazione e incrementa l’attività cardiaca;

Indaco: è una variamente del blu e del viola, e per questo motivo, racchiude le proprietà di entrambi. Richiama sentimenti profondi e favorisce al meditazione e la riflessione. Inoltre, migliora l’intuito, rasserena gli animi turbati, aumenta il coinvolgimento emotivo. Può svolgere una funzione calmante su alcune problematiche di natura emotiva, come: l’ipocondria, le ossessioni, l’ansia, gli stati allucinogeni e le patologie senili. L’indaco ha proprietà anestetiche e purificanti. Migliora la tonificazione dei muscoli e del derma. Inoltre, favorisce la disintossicazione del corpo nei casi di intossicazione e riduce le infiammazioni della pelle e dell’intestino;

Colori neutri: comprendono i basici, come il bianco, il nero, il grigio e il marrone e svolgono differenti funzioni. Associati a tinte forti, ne equilibrano l’azione, mitigandola o esaltandone i punti di forza. Alcuni, come il nero, possono accentuare il senso di profondità degli ambienti e donare senso di concretezza e decisione. Il bianco ha un potere vitalizzante e purificante. Stimola la produzione di vitamina D e il funzionamento delle ghiandole endocrine. Può migliorare diverse condizioni patologiche, quali: anemica, debolezza muscolare, fragilità mentale, memoria carente, stati d’ansia e invecchiamento precoce.

In generale, si possono tenere a mente alcuni principi fondamentali per scegliere colori e sfumature adatti a determinate situazioni:

  • I colori chiari allargano visivamente la percezione dello spazio;
  • I colori scuri rimpiccioliscono visivamente la percezione dello spazio;
  • Un colore chiaro accanto a uno scuro sembra più chiaro di quello che è in realtà;
  • Un colore scuro accanto a un colore chiaro sembra più scuro di quello che è in realtà;
  • Le tinte tenui, cosiddette pastello, danno sensazioni di freschezza;
  • Le tinte accese, intense, forti, su ambienti grandi possono dare sensazioni opprimenti;
  • I colori chiari aiutano a illuminare gli ambienti, soprattutto ovviamente il bianco.

Per quanto riguarda la verniciatura dei soffitti, l’utilizzo di colori chiari favorisce un senso positivo di apertura e libertà, rende le stanze visivamente più ampie e accoglienti.

I colori scuri, al contrario, possono generare la sensazione di oppressione e negatività, creando malessere in soggetti particolarmente sensibili agli effetti della cromoterapia.

Nell’ingresso sarebbero indicati colori con tonalità non troppo scure e comunque calde, che diano quella sensazione d’accoglienza che deve trasmettere questo ambiente.

In cucina sono adatti colori caldi, energizzanti, che ricordano il sole e il fuoco, come il rosso, l’arancione, il giallo, ma anche il marrone che ricorda la terra o il verde che evoca la natura.

Tuttavia anche il bianco in cucina è efficace, perché permette di dare risalto ai cibi e di valutarne bene la freschezza.

Nella cameretta dei piccoli, i colori caldi sono i più indicati, in tonalità intense e vivaci: stimolano la crescita, il buonumore e la creatività.

Nella stanza da letto si consigliano colori più freddi, ma rilassanti, come il blu o il verde o il lilla/viola, che conciliano il sonno.

I colori caldi infatti sono stimolanti ed energizzanti, quindi non invogliano a dormire.

In sala da pranzo sono ottimi giallo e arancio, che stimolano l’appetito e sostengono le funzioni epatiche, mentre il verde dà sensazione di sazietà prima di aver mangiato.

In soggiorno sono da preferire i colori caldi che stimolano la conversazione, mentre colori freddi come il blu intristiscono e rendono introversi.

Nell’angolo studio sarebbe ottima la combinazione di giallo e verde, che stimolano la concentrazione e danno energia.

Nelle stanze rivolte a Nord sono nuovamente consigliati colori caldi, perché contrastano la freddezza della luce dove non arriva mai il sole.

  • Il soffitto molto alto di un ambiente, se dipinto di scuro, aiuta ad avvicinarlo visivamente al resto della stanza
  • In spazi piccoli uno stesso colore utilizzato in differenti tonalità può aiutare a dare continuità e ampiezza all’ambiente
  • I contrasti tra colori diversi possono creare piacevoli effetti visivi

I nostri consigli:

  • Non usare troppi colori nella stessa stanza. Scegli al massimo tre colori nella seguente proporzione: 70% (colore di base); 20% (colore complementare); 10% (colore contrastante). Se opti per un colore, ripetilo nella stanza almeno tre volte – non deve essere sempre uguale, puoi giocare con varie tonalità.
  • Scegliendo le tonalità prendi in considerazione illuminazione dell’interno. Il colore si presenterà diversamente sulla parete opposta alla finestra e diversamente se applicato nell’angolo più scuro della stanza.
  • Se stai cercando ispirazioni, scegli il tuo oggetto preferito e abbina ad esso la gamma coloristica dell’interno.
  • Per evitare la monotonia usa vari materiali e fatture nella stessa tonalità. Combina le fatture lisce, ornamentate, opache o con effetto lucido.

 

Noi di MonoSystem da sempre vediamo le finestre come se fossero dei veri e propri abiti sartoriali.

I nostri infissi in PVC sono realizzabili in qualsiasi colore, dall’effetto legno al metallizzato e così via.

Con a disposizione oltre 100 colori, abbiamo infinite possibilità di combinazioni. Infiniti modi di interpretare l’ambiente come più piace a noi!

 

Puoi scaricare la nostra guida all’acquisto dell’infisso perfetto cliccando qui

Contattaci allo 080 5241107 e fissa un appuntamento su Skype con un nostro consulente.

Troveremo la soluzione più adatta alle tue esigenze.

Monosystem, innovazione e design!